Sarà la Cambogia il primo Paese asiatico a riconoscere sul proprio territorio i brevetti europei

Il Presidente dell’EPO, Benoît Battistelli, ed il Ministro Senior Cham Rasidh, Ministro cambogiano dell’Industria e dell’Artigianato, hanno firmato, il 23 gennaio 2017, un accordo a Phnom Penh per estendere, su domanda del richiedente, la validità delle domande di brevetto europeo e dei brevetti in Cambogia.

Così la Cambogia è destinata a diventare il primo Paese asiatico a riconoscere i brevetti europei sul proprio territorio. L’accordo entrerà in vigore una volta recepito dalla legge cambogiana, in via provvisoria, a decorrere dal 1 ° luglio 2017.

La Cambogia ha espresso la volontà di utilizzare, per il momento, la deroga prevista dall’OMC (Accordo istitutivo dell’Organizzazione mondiale per il commercio) per quanto riguarda i prodotti farmaceutici, che saranno di conseguenza esclusi dall’accordo per la durata del periodo di transizione.

“Il nuovo accordo di convalida con la Cambogia è una notizia positiva per lo sviluppo del sistema europeo dei brevetti”, ha dichiarato il Presidente dell’EPO, Benoît Battistelli, “Si estende così la sua attrattiva al di là del mercato europeo e nelle sue immediate vicinanze. Il riconoscimento del brevetto europeo da parte di un Paese asiatico dimostra il suo impatto globale, anche nell’ambito di un’economia meno sviluppata”.

Grazie all’accordo in esame le aziende e gli inventori saranno in grado di ottenere la tutela brevettuale nell’ambito di un numero massimo di 43 Paesi, tra europei ed extra-europei, con una sola domanda di brevetto europeo, nonchè di proteggere le loro invenzioni in un mercato di oltre 650 milioni di abitanti.

La Cambogia considera questo accordo un incentivo per i titolari di brevetti europei ad investire nel proprio territorio, rafforzando in tal modo lo sviluppo economico del Paese.

Il Ministro Cham Prasidh ed il Presidente Battistelli hanno anche firmato un piano di cooperazione bilaterale a Phnom Penh. Questo piano mira a rafforzare le capacità del Ministero di amministrare le domande di brevetto cambogiani ed i brevetti concessi, nonché di aumentare la consapevolezza dei benefici della protezione brevettuale nel Paese.

La Cambogia rappresenta una delle economie in più rapida crescita fra quelle del Sud-Est asiatico. Il Paese sta aggiornando il proprio sistema di proprietà intellettuale al fine di rilanciare l’economia ed attrarre investimenti esteri diretti.

Dal 2010, l’Organizzazione europea dei brevetti ha firmato accordi di validazione con quattro Stati non membri:

Marocco
Repubblica di Moldavia
Tunisia
Cambogia

Di questi accordi di convalida quelli con Marocco e Repubblica di Moldavia sono già in vigore, rispettivamente, dal 1° marzo 2015 e dall’11 gennaio 2015.