BREVETTI

(DURATA 20 ANNI DAL DEPOSITO)

Il brevetto per invenzione industriale è lo strumento con il quale viene conferito a chi ha realizzato un’invenzione nel territorio dello Stato in cui è richiesto il monopolio temporaneo di sfruttamento dell’invenzione stessa.
In altri termini, il diritto di escludere terzi dall’attuare l’invenzione e dal trarne profitto.
Da una parte quindi si garantisce all’inventore un ritorno degli investimenti che ne hanno consentito il conseguimento e dall’altra si evita che terzi, senza sostenere alcuna spesa, possano trarre benefici sfruttando l’invenzione altrui.
Tale monopolio legale si giustifica con il fatto che il titolare del brevetto riceve protezione per la propria invenzione e in cambio al termine del periodo ventennale di monopolio l’inventore concederà l’invenzione dalla collettività.
Offrendo protezione in cambio di divulgazione, il sistema brevettuale consente quindi di sviluppare ulteriori progressi tecnici.

DOCUMENTI RICHIESTI PER IL DEPOSITO DI DOMANDE NAZIONALI IN SVIZZERA

  • LA PROCURA 
    Con firma semplice, se persona fisica, in caso di ditta la firma deve essere del legale rappresentante. Deve essere indicato l’indirizzo, e la qualifica del firmatario in seno alla società.
  • IL TESTO DELLA DESCRIZIONE (italiano, tedesco o francese)
    Con rivendicazioni e riassunto indicante il disegno da pubblicare.
  • DISEGNI
    Secondo le regole nazionali
  • LA DESIGNAZIONE DELL’INVENTORE
    Obbligatoria entro 16 mesi dalla data di deposito.
  • IL DOCUMENTO DI PRIORITA’
    Se la Priorità è rivendicata, la copia autentica della domanda di cui si rivendica la priorità deve essere depositata entro 16 mesi.

BREVETTO EUROPEO

Il brevetto europeo è una procedura unificata di deposito, esame e rilascio che consente di ottenere un fascio di brevetti Nazionali.
La procedura di concessione prevede, infatti, un’unica domanda, redatta in una sola lingua, ed una procedura unificata che permette di estendere il brevetto ottenuto a tutti gli Stati membri dell’Organizzazione Europea:

ALBANIA
AUSTRIA
BELGIO
BOSNIA e ERZEGOVINA
BULGARIA
CIPRO
CROAZIA
ESTONIA
DANIMARCA
FINLANDIA
FRANCIA
GERMANIA
GRECIA

IRLANDA
ISLANDA
ITALIA
LETTONIA
LIECHTENSTEIN
LITUANIA
LUSSEMBURGO
MALTA
MONACO
NORVEGIA
OLANDA
POLONIA
PORTOGALLO
REGNO UNITO
REP. DI MACEDONIA
REP. CECA
ROMANIA
SAN MARINO
SERBIA
SLOVACCHIA
SLOVENIA
SPAGNA
SVEZIA
SVIZZERA
TURCHIA
UNGHERIA

I brevetti europei conferiscono al titolare, una volta espletata la procedura di convalida nazionale, i medesimi diritti che deriverebbero da un brevetto nazionale ottenuto in quegli stessi Stati.
La convalida comporta la traduzione ove richiesta nella lingua del posto e il pagamento delle tasse annuali ai rispettivi Enti Nazionali.

La procedura per ottenere un brevetto europeo comprende le seguenti fasi:

1. Deposito della domanda

  • Esame dei requisiti formali per richiedere una domanda di brevetto
  • Ricerca ed esame delle anteriorità rintracciate
  • Pubblicazione, dopo 18 mesi dal deposito della domanda prioritaria.

2. Esame di merito della domanda

Esame dei requisiti per la brevettabilità (novità, altezza inventiva)
Concessione del brevetto o rigetto della domanda.

Se il brevetto viene concesso, il richiedente può iniziare le procedure di convalida in tutti gli Stati da lui designati.

DOCUMENTI RICHIESTI

  • LA PROCURA (AUTORIZZAZIONE)
    Con firma semplice, se persona fisica, in caso di ditta la firma deve essere del legale rappresentante.
    Deve essere indicato l’indirizzo, e la qualifica del firmatario in seno alla società.
  • LA DESCRIZIONE (inglese, francese o tedesco)
    Una descrizione sufficiente per un tecnico del ramo per riprodurre l’invenzione.
  • DISEGNI
    Secondo le Regole della CBE (Convenzione del brevetto Europeo).
  • LA DESIGNAZIONE DELL’INVENTORE
    Obbligatoria entro 16 mesi dalla data di deposito.
  • IL DOCUMENTO DI PRIORITA’
    Se la priorità è rivendicata, la copia autentica della domanda di cui si rivendica la priorità deve essere depositata entro 16 mesi.

OPPOSIZIONE

Per un periodo di 9 mesi decorrenti dalla data della menzione di concessione del brevetto europeo i terzi possono presentare opposizione. La Divisione di Opposizione potrà sentire le parti in causa in una sorta di contraddittorio ed infine confermare, modificare o revocare il brevetto concesso. La validità del brevetto europeo è di venti anni a partire dalla data di deposito della domanda europea.

DOMANDA DI BREVETTO PCT

Il brevetto internazionale PCT (Patent Cooperation Treaty) è il frutto del Trattato di cooperazione firmato a Washington nel 1970 da una lunga serie di Paesi (diventati attualmente 142 in data settembre 2009).
Con il trattato sono stati evitati i depositi plurimi nei differenti paesi in favore di un unico deposito ed è stata favorita un’armonizzazione della disciplina nei paesi aderenti al trattato.
La domanda di brevetto internazionale può essere depositata presso l’Ufficio Internazionale dell’OMPI di Ginevra o presso l’Ufficio Nazionale dei Brevetti dello Stato cui ha la nazionalità o in cui ha eletto il domicilio il richiedente della domanda.
La procedura per ottenere il brevetto PCT prevede che il richiedente depositi la domanda internazionale comprensiva di una richiesta, una descrizione, una o più rivendicazioni, uno o più disegni (ove siano richiesti) e un estratto.
Dopo di ciò ogni domanda internazionale forma oggetto di una ricerca internazionale per scoprire lo stato della tecnica pertinente; a ricerca terminata l’Ufficio internazionale pubblica le domande.
Il richiedente può a questo punto, decidere se abbandonare la domanda, proseguire a livello di singolo paese, oppure a livello regionale. Dopo di ciò la domanda di brevetto e il rapporto di ricerca, vengono inoltrati a ciascun Ufficio Brevetti degli stati indicati dal richiedente entro 30 mesi dalla data di priorità; ogni paese deciderà, in base alla propria normativa, se rilasciare o no il brevetto.
La domanda internazionale produce, in ogni stato designato, gli stessi effetti di una domanda nazionale.

DOCUMENTI RICHIESTI

  • LA PROCURA (AUTORIZZAZIONE)
    Con firma semplice, se persona fisica, in caso di ditta la firma deve essere del legale rappresentante.
    Deve essere indicato l’indirizzo, e la qualifica del firmatario in seno alla società. Deve prevedere inoltre la firma dell’inventore.
  • LA DESCRIZIONE (inglese, francese o tedesco)
    Una descrizione sufficiente per un tecnico del ramo per riprodurre l’invenzione.
  • DISEGNI
    Secondo le Regole del PCT.
  • IL DOCUMENTO DI PRIORITA’
    Se la priorità è rivendicata, la copia autentica della domanda di base deve essere depositata entro 16 mesi.